fbpx

Oggi sappiamo che il miele è il prodotto dell’elaborazione del nettare o di altre soluzioni zuccherine secrete dalle piante che le api bottinatrici suggono volando da fiore a fiore. La quantità di nettare raccolto da una famiglia di api è molto variabile e dipende soprattutto dal numero di bottinatrici, dalle fioriture disponibili e dall’andamento climatico. Le giornate più favorevoli per un buon raccolto sono quelle calde, con l’aria sufficientemente umida.

Le api bottinatrici raccolgono il nettare, ritornate nell’alveare, consegnano il nettare raccolto alle operaie di casa che lo depositano nelle celle dei favi. Quando le celle sono colme di miele maturo, vengono richiuse dalle operaie con un sottile strato di cera. A questo punto il miele è pronto per essere consumato dalle api o raccolto dagli apicoltori.

                                                                                                                                                           SAPORE DI MIELE

Il Miele del Trentino, Storia, Tradizione e Qualità